Destinazioni estate

Sia d’inverno sia e soprattutto d’estate, Campo Blenio è un ottimo campo base che offre una miriade di opportunità per scoprire piccoli grandi mondi nei dintorni che nel loro piccolo si rivelano di essere comunque variegati e degni di nota.


Ghirone

Comune del Soprasosto a quota 1’247 m. a due passi da Campo Blenio, sul lato orografico sinistro della Valle. Da lì, verso Est, parte la strada carrozzabile che sale al Lago del Luzzone, punto di partenza per vari itinerari escursionistici (Val Scaradra, Greina, Sosto, Val Carassina e Adula, ecc).


Terri

Austera e ripida cima, il Terri (3’149 m) domina sul Lago Luzzone e sulla capanna Motterascio (CAS Ticino). La si raggiunge, per la via normale, partendo dalla capanna di Motterascio (o Michela) lungo un sentiero alpino. Questa montagna è formata da scisti argillosi e banchi arenacei, con fasce di calcari e di marmo. Un bel posto, insomma, per gli appassionati di geologia e mineralogia. La parte sommitale in cresta, friabile, richiede prudenza e buona esperienza. Il panorama che si gode è la giusta ricompensa per la salita.


Sosto

Leggendaria e caratteristica cima della Valle di Blenio (2’220 metri di quota, nota anche come “Cervino della Valle di Blenio”), è stata in passato oggetto di difficili e arditi tentativi di conquista della sua verticalissima quanto friabile parete Ovest. Per la via normale, la si raggiunge dal versante Est, dal Passo Muazz. E’ per molti, ma non per tutti: richiede infatti una buona dose di concentrazione e passo fermo nell’esposta e delicata parte terminale della salita. La vista a mozzafiato su Olivone è davvero unica


Adula o Rheinwaldhorn

E’ la cima più alta del Canton Ticino, con i suoi 3’402 metri di quota. La si può raggiungere da varie parti, tra cui le più “semplici” dalla comoda Val Carassino (che parte dal Lago Luzzone) e dalla lunga e un po’ più faticosa (nel tratto finale) Val Soi, che prende avvio dal villaggio di Dangio. Dalla sua cima, il panorama è indimenticabile.


Camadra Medels

La si percorre in direzione Nord, partendo da Campo Blenio (1’215 m.) e passando da Ghirone (1’247 m.). Una stradina carrozzabile conduce, attraversando la selvaggia e pietrosa valle, fino a Pian Giairett (a quota 2’000 m.). Da questo piano sul fondo valle, alzando lo sguardo, ci si trova circondati da un vero anfiteatro di alte cime (tra cui il Pizzo Medel; 3’211 m., con il suo ghiacciaio) e si intravvede la capanna Scaletta (2.205 metri). Un sentiero ben segnalato percorre tutta la valle da Ghirone alla capanna e oltre, verso il Passo e quindi il famoso Piano della Greina. In luglio e agosto (dato che la strada è chiusa al traffico) vi è un servizio autopostale pubblico da Campo Blenio – Ghirone a Pian Giairett.


Valle di Campo

Stupenda valle verde che si snoda verso Ovest e che, dal villaggio di Campo Blenio (1’215 m.), permette di raggiungere a piedi il Passo del Lucomagno (1914 m.) passando per la capanna di Bovarina (UTOE Bellinzona, 1’870 m.) e la rinomata Alpe di Predasca. Molto bello il folto bosco di larici attraversato dalla strada carrozzabile che sale da Campo Blenio fino a Predasca.


Lago e diga del Luzzone

Meritano una visita! Dal vicino ristorante di gode una bella vista su lago e fondovalle. Facile e immersa in un bel paesaggio è la passeggiata pianeggiante lungo il suo lato sinistro su stradina sterrata, fino all’alpe di Garzott. In estate, la diga è raggiunta dal servizio autopostale. Dalla diga e dal lago, partono numerosi itinerari escursionistici: per la Greina, per l’Adula e per il Sosto, solo per citarne alcuni.

Sia d’inverno sia e soprattutto d’estate, Campo Blenio è un ottimo campo base che offre una miriade di opportunità per scoprire piccoli grandi mondi nei dintorni che nel loro piccolo si rivelano di essere comunque variegati e degni di nota.


Passo Soreda Vals


Greina